per la serie chissenefrega eccovi…

(un vecchio concerto…)

Mi sono messo a pensare a tutti i gruppi con cui ho suonato da quando iniziai a strimpellare. I The Storm, suonavo le tastiere (!), delle juno60 della Roland trovate direttamente nel teatro in cui provavamo, alle Serre di Grugliasco. avevo 16 anni, anno più anno meno, e non ricordo nemmeno nessuno degli altri tipi con cui ho suonato. Poi i Total Dark (ricordo male?) con cui ho iniziato al basso per finire alla voce; c’ereano Marco (chitarra, 130 kili di simpatia, mancato anni fa per… diabete), Roby (batteria, dovrebbe vivere a Rubiana, rivisto in un distributore esso 3 mesi fa dopo anni) e Giorgio (basso); per qualche mese ci fu anche Paola (allora aspirante sassofonista) che ci abbandonò al primo concerto. dopo qualche anno di cazzeggio io e Giorgio formammo gli Altroquando, con l’aggiunta di Elisa (batteria, se non sbaglio è andata negli USA a studiare batteria!) e Piero (chitarra). Piero mi stupì subito per la sua bravura alla chitarra, in pieno periodo dei guitar-hero e delle metal band, e aveva anche un ottimo talento armonico con cui veniva facile scrivere testi e strutturare dei pezzi. Io e Piero, un anno dopo riuscimmo a formare i dopa con l’aggiunta di Diego (batteria, ottima tecnica già allora) e Adriano (basso). Ci sentivamo bravi, senz’altro convinti, almeno per qualche anno. Non ricordo per quale motivo se ne andò Adriano. Subentrò Maurizio e il gruppo cambiò in masquerada. Lasciai per qualche stupido mio preconcetto più che per la svolta lisegica sulle dissonanze musicali del gruppo (mi sento quasi un critico musicale… ^___^). Passai nei Fatamorgana/Apple Core per un annetto, con Gianfranco (tastiere, me lo ritrovo come collega al lavoro, ci caghiamo ma non parliamo di musica o_O), Bridget(voce)  e altri di cui non ricordo i nomi… Giusto il tempo di scrivere pezzi, i “miei” (nel senso di quelli che cantavo io) in italiano, altri in inglese (Bridget voce solista). Si arriva in studio e io mollo nel momento in cui vengo messo in secondo piano rispetto i pezzi da fare, visto che incido con buona la prima e senza l’accuratezza avuta per la voce di Bridget. Quindi non pago e fuggo. Forse anche se sono passati 12 anni da allora deve avercela ancora con me. Così come i Masquerada con i quali si era ritentata una reunion finita a causa di ciò che dicevo sopra. Mi ero fissato contro Maurizio (allora basso, ora mi sa chitarra) per una serie di ragioni adolescenziali che ora mi fanno sentire fesso ma allora mi ero convinto fossero ottime ragioni. Litigai anche con Diego, col quale per la verità c’era sempre stata conflittualità, non ho mai capito quanto fossimo onesti gli uni con gli altri e anche con Piero che, poraccio, ha sempre cercato di pacificare ed è quello che ho trattato peggio. Quindi non ho fatto più nulla per tanti anni, se non qualche stronzata al pc. Per arrivare a quello che faccio ora dopo quasi un anno che ho ripreso con la musica.

Perchè ho scritto questo inutile post?

Ho lasciato gli UTC, divergenze artistiche e stupidi antichi preconcetti. storie che si ripetono insomma. Ma stavolta ci credo molto più di allora, i contesti sono decisamente su piani differenti. E comunque, finora, sono riuscito ad evitare spiacevoli discussioni. In compenso con i Funkazzisti (nome provvisorio, ancora… :-D) abbiamo trovato un tastierista clamorosamente bravo; con la sua Korg Triton abbiamo giocato con spain di chick corea (!). Speruma bin, l’esordio live è vicino…

C ya.

P.S.: ho uno spazio su http://myspace.com/omarro

Advertisements