You are currently browsing the monthly archive for ottobre 2007.

per la serie chissenefrega eccovi…

(un vecchio concerto…)

Mi sono messo a pensare a tutti i gruppi con cui ho suonato da quando iniziai a strimpellare. I The Storm, suonavo le tastiere (!), delle juno60 della Roland trovate direttamente nel teatro in cui provavamo, alle Serre di Grugliasco. avevo 16 anni, anno più anno meno, e non ricordo nemmeno nessuno degli altri tipi con cui ho suonato. Poi i Total Dark (ricordo male?) con cui ho iniziato al basso per finire alla voce; c’ereano Marco (chitarra, 130 kili di simpatia, mancato anni fa per… diabete), Roby (batteria, dovrebbe vivere a Rubiana, rivisto in un distributore esso 3 mesi fa dopo anni) e Giorgio (basso); per qualche mese ci fu anche Paola (allora aspirante sassofonista) che ci abbandonò al primo concerto. dopo qualche anno di cazzeggio io e Giorgio formammo gli Altroquando, con l’aggiunta di Elisa (batteria, se non sbaglio è andata negli USA a studiare batteria!) e Piero (chitarra). Piero mi stupì subito per la sua bravura alla chitarra, in pieno periodo dei guitar-hero e delle metal band, e aveva anche un ottimo talento armonico con cui veniva facile scrivere testi e strutturare dei pezzi. Io e Piero, un anno dopo riuscimmo a formare i dopa con l’aggiunta di Diego (batteria, ottima tecnica già allora) e Adriano (basso). Ci sentivamo bravi, senz’altro convinti, almeno per qualche anno. Non ricordo per quale motivo se ne andò Adriano. Subentrò Maurizio e il gruppo cambiò in masquerada. Lasciai per qualche stupido mio preconcetto più che per la svolta lisegica sulle dissonanze musicali del gruppo (mi sento quasi un critico musicale… ^___^). Passai nei Fatamorgana/Apple Core per un annetto, con Gianfranco (tastiere, me lo ritrovo come collega al lavoro, ci caghiamo ma non parliamo di musica o_O), Bridget(voce)  e altri di cui non ricordo i nomi… Giusto il tempo di scrivere pezzi, i “miei” (nel senso di quelli che cantavo io) in italiano, altri in inglese (Bridget voce solista). Si arriva in studio e io mollo nel momento in cui vengo messo in secondo piano rispetto i pezzi da fare, visto che incido con buona la prima e senza l’accuratezza avuta per la voce di Bridget. Quindi non pago e fuggo. Forse anche se sono passati 12 anni da allora deve avercela ancora con me. Così come i Masquerada con i quali si era ritentata una reunion finita a causa di ciò che dicevo sopra. Mi ero fissato contro Maurizio (allora basso, ora mi sa chitarra) per una serie di ragioni adolescenziali che ora mi fanno sentire fesso ma allora mi ero convinto fossero ottime ragioni. Litigai anche con Diego, col quale per la verità c’era sempre stata conflittualità, non ho mai capito quanto fossimo onesti gli uni con gli altri e anche con Piero che, poraccio, ha sempre cercato di pacificare ed è quello che ho trattato peggio. Quindi non ho fatto più nulla per tanti anni, se non qualche stronzata al pc. Per arrivare a quello che faccio ora dopo quasi un anno che ho ripreso con la musica.

Perchè ho scritto questo inutile post?

Ho lasciato gli UTC, divergenze artistiche e stupidi antichi preconcetti. storie che si ripetono insomma. Ma stavolta ci credo molto più di allora, i contesti sono decisamente su piani differenti. E comunque, finora, sono riuscito ad evitare spiacevoli discussioni. In compenso con i Funkazzisti (nome provvisorio, ancora… :-D) abbiamo trovato un tastierista clamorosamente bravo; con la sua Korg Triton abbiamo giocato con spain di chick corea (!). Speruma bin, l’esordio live è vicino…

C ya.

P.S.: ho uno spazio su http://myspace.com/omarro

Annunci

Mi sono fatto SKY da poco più di un mese. Ho scelto l’opzione Calcio, così mi seguo il campionato comodo in poltrona. Non voglio fare uno spot per il satellite ma debbo ammettere che le offerte sono di qualità superiore rispetto la merdosa tv generalista. Almeno posso vedermi il Dave Letterman Show, la satira che sulle 7 reti rai non puoi più vedere, film di qualità non interrotti da pubblicità, qualunque programma senza censure, i vecchi anime di una volta, documentari fatti come si deve. E canali nuovi, fra i quali Rock TV, il cui direttore è il figlio di Adriano Galliani, Gianluca (lo so, il solito nepotismo all’italiana, tristezza…).

E chi vi ho trovato come conduttore di un programma del martedì sera, Database? Il buon vecchio Pino Scotto, leader di uno storico gruppo heavy metal (o hard rock, se preferite), i Vanadium, con un look decisamente alla Ozzy Osbourne. E fa scassare dalle risate! Cercate le sue perle su youtube!!!

bush_prodi.jpg

Cercando un’immagine per il post che segue ho trovato questa… Qualcuno è in grado di dare spiegazioni??? Povero Romano, cosa sei costretto a fare per tenere alto… ehm… il buon nome del Belpaese… 😀

baby-bush-2.gif

Lo so, probabilmente l’avrete già letta in qualche inoltro via mail da amici o colleghi. Difatti la posto per me… 😀

Gentile Ministro Padoa Schioppa,

Sono un ragazzo di 30 anni, lavoro come operaio, vivo in periferia di una grande città e, ahimè, vivo ancora a casa dei miei.
L’altro giorno ho sentito le sue parole in tv, e mi sono immediatamente identificato in coloro che lei definisce “bamboccioni”, quei trentenni che lei vorrebbe “mandar fuori da casa”. Mi son detto: “Grande Ministro, Lei ha ragione”. Mi sono così rivolto alla mia Banca per ottenere un mutuo.
“Grande Ministro, avrò finalmente una casa tutta mia”, ho pensato!
Guadagno 1.000 Euro al mese + 13esima e 14esima, le quali spalmate in 12 mesi mi garantiscono un reddito mensile di 1.166 Euro.
Visto che la rata mutuo non può superare 1/3 dello stipendio, mi posso permettere una rata di 388 Euro al mese.
Con questa rata mi viene concesso un mutuo di € 65.770 Euro in 30 anni (se aspettavo un altro po’, vista l’età, non me lo concedevano un mutuo trentennale… Grande Ministro, grazie per avermi fatto fretta!)
Con il mio bel preventivo in tasca, ho deciso di rivolgermi immediatamente ad uno studio notarile, per farmi preventivare le spese che dovrò sostenere per acquistare una casa. Dai 65.000erotti Euro, dovrò infatti togliere:

– Euro 3.000 circa di Tasse in fase d’acquisto (“solo” 3.000 euro visto che è la mia Prima Casa! Grande Ministro, grazie)
– Euro 2.500 circa di Notaio per l’acquisto
– Euro 2.000 circa di Notaio per il mutuo
– Euro 2.500 circa di Allacciamenti alle utenze acqua, gas, enel.

Per un totale di Euro 10.000 circa
Beh… ho ancora a disposizione ben 55.770 Euro per la mia casetta!
La dovrò arredare, ovvio, mica posso dormire per terra…
Mi sono rivolto così ad un mobilificio, per ora posso accontentarmi di una cucina, un tavolo con 2 sedie, un divano a due posti , un mobile tv, un letto matrimoniale, un armadio e due comodini… il minimo, ma mi conosco, mi saprò adattare.
Euro 7.000 circa, se i mobili me li monto io! Beh… pensavo peggio!
Ho ancora a disposizione ben 48.770 Euro per la mia casettina, sono sempre 90erottimilioni di una volta! Grande Ministro, grazie!
Entro gasatissimo in un’agenzia immobiliare, è arrivato il momento…
Con 48.770 euro mi dicono che posso acquistare:
– un garage di 38 mq. al livello – 2 di un condominio di 16 piani;
– due cantine (non comunicanti tra loro) di mq. 18 ciascuna nel condominio adiacente.

Per l’abitazione più piccola ed economica – un bilocale trentennale di 45 mq. al piano seminterrato di uno stabile a 20 km dalla città – dovrei spendere 121.000 Euro!
Me ne torno a casa Ministro, a casa dei miei, ovviamente!
Ho fatto quattro conti: per potermi permettere quel bilocale, dovrei:
– o indebitarmi per altri 63 anni, quindi l’ultima rata la verserò finalmente a 93 anni!
– oppure dovrei guadagnare 3.000 euro al mese!

Grande Ministro, grazie!

Se in Italia la legalità fosse un valore, non si intesterebbero strade a Bettino Craxi; al massimo, se proprio necessario, gli si intesta una Tangenziale – almeno ci si ricorda qual era la sua attività. (C.Sabelli Fioretti)

bilancio-desercizio.jpg

Posto anche questa cosa trovata in rete da un amico, attendibile o meno che sia…

“Il sorteggio arbitrale di Bergamo e Pairetto non era truccato”.
Questo ha sentenziato la Corte di Appello del Tribunale di Roma. Verdetto che segue la linea già precedentemente tracciata a Torino da pronunciamento analogo del giudice Maddalena.
Ancora una volta un Tribunale, vero e non sportivo, chiamato ad esprimersi in merito su quella che sarà una delle colonne portanti ( se non la più importante) dell’accusa nell’inchiesta napoletana su Calciopoli,
ha ribaltato completamente la verità data per acquisita dall’opinione pubblica e dai mezzi di informazione
rischiando di smontare completamente, in partenza, il teorema dei giudici napoletani secondo i quali il sorteggio era irregolare, e Bergamo e Pairetto ne erano gli organizzatori per conto della “famosa” cupola.
Certo la sentenza romana si riferisce a fatti ben precedenti lo scoppio di Calciopoli ma è comunque sotto gli occhi di tutti che a quasi 17 mesi dallo scoppio del presunto più grande scandalo calcistico italiano del secolo, le accuse continuano a cedere strutturalmente ad una ad una.
Tuttavia non era difficile prevedere un tale esito, anche perchè già lo stesso Sandulli aveva parlato di un campionato, quello 2004/2005, come regolare; e visto anche che il giudice De Biase, giudice nella precedente famosissima vicenda calcio-scommesse, ha da subito definito Calciopoli “un aborto giuridico”.
Naturalmente i colpevolisti, quelli dei titoli a caratteri cubitali in copertina, quelli delle intercettazioni sbattute in prima pagina ( il rispetto della privacy in questo caso non conta?), quelli di “Moggiopoli”, hanno tutto l’interesse affinché questa sentenza venga fatta passare nell’anonimato di un silenzio assordante, chiaramente in perfetta buona fede no?
Al massimo un bel trafiletto nelle ultime pagine , vicino alle previsioni del tempo, giusto per poter dire:
“Cosa volete? Ne abbiamo parlato anche noi, eh”. Certo si, come no.
Come giustificare, nel caso, le sentenze abnormi della Banda di Guido Rossi?
Come giustificare i tavolini che si sono spostati da una stanza trofei ad un’altra?
Evviva il nuovo calcio pulito. Quello di Matarrese. Quello di Abete, braccio destro di Carraro da una vita.
Il campo, quello si, unico vero giudice di questo sport, per fortuna però non riesce a bluffare.
Ed anche a distanza di 2 anni, i valori espressi sono quasi sempre gli stessi.
Il Milan, tanto unico e devastante in Europa quanto sempre stranamente zoppicante in Italia.
La solita Roma che si esalta per ogni singola vittoria, rimarcando la richiesta del pallone d’oro per Totti ad ogni incrocio della capitale, salvo deprimersi poi e tornare alla realtà alla prima difficoltà.
La Juventus che, nonostante smembrata della più forte squadra degli ultimi 20 anni, riesce a conservare intatte le caratteristiche che da sempre la contraddistinguono. Cuore, grinta, umiltà e…polemiche.
Quelle che non mancheranno mai di accompagnarla.
Quelle che nella stessa partita fanno passare in secondo piano un goal in chiaro fuorigioco ma che in buonafede (chiaro no?) portano a discutere dell’interpretazione di un controfallo.
O perché no, la volta dopo, dell’applicazione di un fuorigioco.
Alla pari o quasi, almeno nei punti, con la Juve attuale poi, troviamo a competere l’Inter e la Fiorentina, che hanno colmato le evidenti distanze pre-Calciopoli solo grazie ai valori aggiunti dei loro nuovi 2 leader: Ibrahimovic e Mutu.
Ovvero quelli che insieme all’attuale capocannoniere Trezeguet, al nuovo re di Napoli Zalayeta e alla bandiera juventina Del Piero, costituivano l’attacco della straripante Juve di Capello.
Quella delle 76 giornate consecutive in testa., e che poi , singolarmente, ha fatto la differenza anche ai mondiali di Germania.
Per oltre un anno, forse, è andato in onda in tutte le sale e televisioni italiane e non, il film :
“CALCIOPOLI: IL GRANDE BLUFF”.
E se anche da Napoli verrà confermato che il sorteggio arbitrale era regolare, chi avrà il coraggio di chiedere scusa?
Comunque vada a finire: accipere quam facere praestat iniuriam.

trezeguetderby.jpg

… e i cari milanisti hanno poco da fare spirito sulla regolarità del goal: loro hanno avuto un rigore per un fallo di mano inesistente di un giocatore che quando ha toccato la palla era sdraiato per terra con il braccio attaccato al corpo (Milan-Catania: 1-1).

GRANDE DAVID!

P.S.: questo filmato mi ha fatto scassare dalle risate, ascoltate l’accento di chi canta 😉

ottobre: 2007
L M M G V S D
« Set   Nov »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Accessi al blog

  • 122,735 hits

Top Clicks

  • Nessuna