dalemascheletri.JPG

Ok, il governo è caduto. La sera stessa era tutta un’immensa edizione straordinaria: Ballarò, l’Infedele, Porta a Porta, Matrix (? non so nemmeno se sia andato in onda o meno) e chissà cos’altro. E il tradimento di Fernando Rossi, l’astensione di Andreotti, il no di De Gregorio manipolato dalla CEI… Mancano solo i servizi segreti e le armi nascoste.

Ma la cosa che mi ha stupito maggiormente è che non uno fra tutti i politici, filosofi, comici, psicologi o soubrette che ne hanno parlato o sono stati chiamati a farlo, abbia detto che, dopotutto, la politica estera di D’Alema non spiaceva alla destra. E solitamente un opposizione responsabile avrebbe dato i numeri perchè una proposta simile fosse passata. Ma ovviamente era molto più importante che il governo cadesse. Soprattutto in questo modo ridicolo, goffo. Loro lo sapevano da tempo, avevano già pronti i foglietti con i loro sfottò, pronti a festeggiare. La prossima volta, caro Massimo, parla coi tuoi alleati, anche quelli che consideri minori, anzichè cercare alleanze improbabili con il centro. La stroria della Bicamerale dovresti essertela attaccata all’orecchio, invece perseveri…

Advertisements