– in continuo aggiornamento!

Tempo di bilanci, anzi, sono quasi in ritardo, oramai… Visto che lo fanno in tanti lo faccio anche io. No, non intendo evadere le tasse, nè rubare, nè vendere fuffa, voglio solo fare un classificone delle cose più e meno di questo 2006 oramai alle spalle (occhio… 😀 ).

Allora iniziamo e poi, se sarà il caso, allungheremo questa lista con altre stupidate.

Avvenimento dell’anno: la cattura di Bernardo Provenzano (meglio tardi che mai).

Il momento più brutto: la Juve in B.

Miglior momento per la mia città: i giochi olimpici invernali di Torino.

Miglior momento sportivo: la vittoria ai Mondiali di calcio in Germania.

Miglior momento politico: la sconfitta elettorale del berlusca.

Trasmissione televisiva dell’anno: la Pupa e il Secchione (ma giuro che con i reality ho smesso).

Talk Show: il grande Talk (rai3, non mi pare ce ne siano altri).

Serie TV: Medium.

Libro dell’anno (letto nel 2006): Reduce, di Giovanni Lindo Ferretti.

Applicazione Web 2.0 dell’anno: Google Mail (o Gmail, che sfrutta bene Ajax).

Blog rivelazione: per me lo sono un po’ tutti, ma quello di Grillo l’ho seguito molto quest’anno…

Novità nella blogosfera italiana: kefflash!

Il mio gadget dell’anno: certamente il mio i-pod da 30 giga!

Personaggio femminile:

  1. Beatrice Borromeo: una nobile di sinistra, appena appena snob, ma molto acuta.
  2. Elisabetta Gregoraci: dal nulla allo sputtanamento, dallo sputtanamento alle luci. immeritate, un pessimo esempio.
  3. Kate Moss: vedi sopra, con l’aggiunta di aver reso famosa l’inutile garage band (i Babyshambles) del suo fidanzato/pusher.

Personaggio maschile:

  1. Hugo Chavez: il suo discorso alle Nazioni Unite è stato un grande discorso, ironico ed amaro, sul presidente degli Stati Uniti. Sta facendo molto per il Venezuela e la sua gente.
  2. Al Gore: per l’impegno profuso per il film di imminente uscita sul surriscaldamento globale, An Inconvenient Truth.

Film:

  1. V Per Vendetta.
  2. Super Nacho.
  3. Clerks 2.

Album:

  1. Mary J. Blige – The Breakthrough
  2. Jay Z – Kingdome Come
  3. Snoop Dogg – Tha Blue Carpet Treatment

Canzone più irritante: ex aequo fra Applausi Per Fibra di Fabri Fibra, e Dentro A Una Scatola di Mondo Marcio, rispettivamente le parodie di Eminem e 50 Cent, tanto stupidi quanto inutili (e lontani anni luce da quelli che imitano).

Tormentone dell’annoSvegliarsi La Mattina, degli Zero Assoluto, raccomandati e mortalmente noiosi, e Stop! Dimentica di Tiziano Ferro, plagio di Fade To Grey dei Visage e qualcos’altro degli ’80’s.

Advertisements