poesia.gif

Navighicchiando qua e là in giro per la rete mi sono imbattuto in un sito di un poeta contemporaneo nonchè mio concittadino: Guido Catalano.

A parte che dalla foto, che troverete sul suo sito, mi pare una faccia conosciuta, questo tipo scrive cose genialmente deliranti, alcune poesie han fatto sì che le lacrime sgorgassero copiose dai miei occhi, per il ridere, ovviamente, ma non solo. Ciò che più mi ha colpito è la freschezza del suo modo di scrivere, l’originalità. Ed il realismo delle situazioni. Tra l’altro potrete scaricare gratuitamente (licenza Creative Commons) i suoi due libri in formato pdf…

Un esempio? Eccolo:

i marciapiedi di Milano

una cosa che mi sono accorto
camminando per questa metropoli
una cosa che mi ha subito colpito
che mi son chiesto
ma quanti cani ci sono?
ma cosa gli danno da mangiare?
ma i padroni dei cani di Milano si rendono conto?

sono le merde
sui marciapiedi

marciapiedi minati di merde di
cane

una volta ho detto a un milanese
gli ho detto, vivi in una città di merda
lui si è offeso
non volevo offendere nessuno

tra l’altro, si dice, porta fortuna

Sì, non fate gli schizzinosi per i congiuntivi, sono licenze poetiche!

Advertisements