(fonte: ansa.it)

Ci mancava il presepio gay…
Questa idea è stata partorita dalle menti di un gruppo di studenti conservatori dell’Università del Texas a Austin.
A parte i dettagli creativi (i re magi sono i “cattivi” padri del comunismo, Gesù non c’è) non ne vedo nè il senso, nè la provocazione.
Mi fa sorridere soprattutto che simile iniziativa venga da conservatori, assai probabilmente essi stessi credenti!
La conclusione a cui sono giunto è che dal dopo 11 settembre ho l’impressione che la retorica della destra conservatrice e cattolica abbia iniziato a strumentalizzare un po’ troppo la religione, un po’ come hanno fatto i Talebani in Afghanistan anche se in una maniera molto più soft.
Ed anche qui in Italia abbiamo il nostro esempio di attualità con il signor S.B. che scomoda addirittura la parabola del padre misericordioso citando il vitello grasso da uccidere al ritorno del figlio che ha sperperato il denaro datogli dal padre con le prostitute…

Non ho nient’altro da aggiungere.

Annunci